Cos’è la ventilazione meccanica controllata

ventole-industriali

Sono molte le persone che lamentano in casa macchie di muffa sulle pareti o al contrario aria eccessivamente secca e poco piacevole. Queste situazioni si risolvono rapidamente grazie a sistemi di ventilazione meccanica controllata. Per altro questi sistemi consentono anche di limitare la presenza di inquinanti dentro casa, una problematica di cui non molti sono a conoscenza.

Le proposte disponibili


Esistono in commercio diverse tipologie di ventilazione meccanica controllata. Per la scelta del metodo più adatto è importante considerare quale sia l’abitazione, l’ufficio o l’edificio commerciale che necessita di tale impianto. È, infatti, possibile predisporre una ventilazione meccanica canalizzata che permette di ventilare correttamente anche interi edifici, con un singolo impianto di grandi dimensioni che funziona a singolo flusso alternato o a doppio flusso. Per le abitazioni si utilizza invece in vari casi la VMC puntuale doppio flusso. Questo tipo di impianto di ventilazione viene installato in ogni singolo ambiente e consente di effettuare lo scambio tra aria esterna e interni in modo rapido e continuato. I sistemi di ventilazione di questo tipo sono più compatti rispetto a quelli centralizzati e il tempo impiegato per l’installazione è molto inferiore.

Come funziona


Per spiegarlo in termini semplici, la VMC consente di estrarre l’aria presente negli ambienti e di sostituirla con quella esterna, che viene immessa dopo opportuna filtrazione. In questo modo si mantiene perfetta la percentuale di umidità presente negli edifici, ma non solo. Con la ventilazione meccanica controllata si ha infatti la possibilità di limitare gli inquinanti presenti negli ambienti. Le vernici, il materiale che compone mobili, arredi e tessili vari, i prodotti chimici che usiamo per l’igiene della casa, sono tutte importanti fonti di inquinanti, che ristagnano nelle case. In passato il consiglio era quello di arieggiare gli ambienti ogni giorno, ma questa oggi non è sempre la scelta giusta. Prima di tutto perché comporta un forte scambio di calore con l’esterno, secondariamente perché in alcune zone l’aria esterna è più inquinata di quella interna.

Perché scegliere la VMC


Le motivazioni per installare un impianto di VMC sono varie, a partire dal fatto che, come accennato, consente di ridurre gli inquinanti dentro casa. Questo avviene eliminando l’aria viziata estraendola tramite sistemi di ventilazione; gli stessi sistemi poi permettono di prelevare l’aria dall’esterno, di pulirla e di limitare la presenza di batteri, per poi reimmetterla nell’edificio. In tale fase è possibile predisporre il sistema VMC perché porti la temperatura dell’aria alla pari con quella interna all’edificio, limitando così anche gli scambi termici con l’ambiente. I sistemi VMC puntuali sono di piccole dimensioni, si possono installare in qualsiasi stanza che abbia almeno una parete rivolta verso l’esterno dell’edificio e in tempi brevissimi, senza eccessivi lavori di muratura. Con la ventilazione meccanica controllata si mantiene alla giusta percentuale anche l’umidità presente negli edifici, limitando la sua eccessiva presenza nell’aria negli ambienti dove già può esserci la presenza di muffa o macchie. Oppure aumentando l’umidità delle abitazioni di ultima generazione, con ottimi impianti di climatizzazione e un perfetto isolamento dall’ambiente esterno. Si tratta quindi di un sistema utile per tantissime tipologie di edifici.

Se ti piace quello che leggi, condividilo!