Star Wars 2021: cosa aspettarsi dal franchise per i prossimi anni

Durante l’Investor Day, tenutosi lo scorso 10 dicembre, la Disney ha presentato i progetti per il futuro, con particolare attenzione alla piattaforma Disney Plus, lanciata nella primavera del 2020. I contenuti sembrano destinati ad un target più adolescente ed adulto dato che la maggior parte dei prodotti in produzione sono a tema Star Wars e Marvel.
Di seguito vedremo le prossime uscite di Star Wars più ravvicinate nonché più attese per gli anni a venire.

Le principali uscite di Star Wars del 2021


A fare da apripista troviamo una serie di animazione: “The Bad Batch”, che dopo il successo delle serie animate “The Clone Wars” e “ Rebels” farà da spin-off alla prima, mostrando le vicende della sgangherata squadra d’assalto presentata appunto nelle guerre dei cloni. L’uscita è prevista su Disney Plus per la primavera del 2021 ed è già stato rilasciato il primo trailer.

Sicuramente attesissimi saranno poi la serie su Obi-Wan Kenobi, con protagonista l’attore della seconda trilogia Ewan McGregor, e “Star Wars: Ahsoka”, personaggio presentato nelle serie animate, che ha debuttato in live action nella quinta puntata della seconda stagione di the Mandalorian, intitolato “La Jedi”.
A mandare in visibilio i fans, è stato poi il successivo annuncio del ritorno di Hayden Christensen nelle vesti di Darth Vader, o Anakin Skywalker se preferite, all’interno della serie su Obi-Wan Kenobi. 

Mentre la protagonista di Ahsoka sarà indubbiamente Rosario Dawson, già elogiata per la sua interpretazione magistrale del personaggio nella sopracitata puntata di The Mandalorian.

Per concludere la rassegna di quest’anno arriviamo proprio alla terza stagione di Mandalorian, che approderà su Disney Plus a Natale 2021, come graditissimo regalo sotto l’albero da parte di Disney.

Sempre a partire da dicembre 2021 sarà anche il primo spin-off di questa serie dal grande successo, “The Book of Boba Fett”, una miniserie dedicata al cacciatore di taglie dei film e annunciata a sorpresa non durante l’investor day, ma dopo i titoli di coda dell’ultima puntata di Mandalorian, venerdì 18 dicembre.
Possiamo dire con certezza che la multinazionale americana punta ancora forte sul franchise di Star Wars, dato che le produzioni appena trattate sono solo alcune delle serie Disney presentate durante l’Investor Day.

Come si è concluso Mandalorian 2?

 

Ma facciamo un passo indietro sulla serie che ha significato una vera e propria “nuova speranza” per i fan dell’opera nata nell’ormai lontano 1977 che è riuscita a segnare intere generazioni (riservandoci qualche spoiler considerato che l’episodio è uscito un paio di settimane fa).
L’attesissimo finale di stagione di Mandalorian, puntata numero 8, o se vogliamo capitolo 16 per dare continuità con gli episodi della prima stagione, non ha assolutamente deluso le aspettative: con un’infiltrazione sull’incrociatore del Moff Gideon, villain presentato al termine della prima stagione, il Mandaloriano è riuscito a recuperare il bambino, soprannominato baby Yoda dai fan ma ormai noto col nome di Grogu.

Baby Yoda

Tuttavia nel finale di puntata il ritorno dei dark troopers sembra ribaltare la situazione fino al provvidenziale intervento dell’amatissimo Luke Skywalker (anche in questo caso interpretato dall’attore originale Mark Hamill, ringiovanito giusto di qualche anno), con l’inseparabile R2-D2. La puntata si concluderà con il piccolo Grogu che verrà affidato al maestro Jedi, lasciando aperti interessanti scenari per la terza stagione. Come continueranno ora le vicende del Mandaloriano?
Nel frattempo Pedro Pascal, attore protagonista nonostante non si possa definire certo un volto familiare dato che per la maggior parte della serie tiene il volto celato dall’elmo, ha confermato la sua presenza anche per la prossima stagione.
The Mandalorian è indiscutibilmente la conferma che l’accoppiata Jon Favreau e Dave Filoni stia percorrendo egregiamente il sentiero tracciato da George Lucas, riportando il franchise sulla rotta corretta, che sembrava essersi smarrita con l’ultima deludente trilogia cinematografica uscita tra il 2015 e il 2019.
“Questa è la via” 

 

Se ti piace quello che leggi, condividilo!