Saltare la corda: come farlo e che benefici fornisce

salto con la corda

Il salto con la corda è un esercizio aerobico che stimola la resistenza cardiovascolare e coinvolge in modo primario gambe e polpacci e in modo secondario glutei, addome, braccia, spalle, polsi e colonna. 

Come si può vedere è un’attività completa che coinvolge l’intero corpo ed è probabilmente per questo motivo che è così amata e praticata dalla maggior parte degli sportivi.

Queste caratteristiche, infatti, portano il salto con la corda ad essere una delle pratiche più utilizzate nei principali programmi di allenamento di molte discipline. Nell’immaginario collettivo il primo sport al quale viene associato è sicuramente il pugilato ma viene spesso utilizzato anche in altri sport di combattimento e in discipline appartenenti al mondo del fitness come parte integrante dell’allenamento, come riscaldamento o come esercizio di cardio a fine allenamento.

Il salto della corda è inoltre una disciplina a sé, tanto che nei paesi anglosassoni è presente come sport agonistico.

 

Come saltare la corda

Prima di saltare con la corda è necessario posizionarsi in maniera corretta e regolare quest’ultima alla giusta lunghezza.

È importante mantenere una posizione eretta, posizionarsi con piedi uniti, braccia in leggera extra-rotazione e avambracci semi flessi. La corda, invece, deve essere regolata in modo tale che non sia né troppo corta né troppo lunga, per farlo basta impugnare le maniglie, posizionarsi con entrambi i piedi sopra di essa e portare le estremità della corda ad altezza ascelle.

Per imparare a saltare la corda in maniera efficace è necessario comprendere l’esecuzione corretta dell’esercizio.

L’esecuzione è semplice: bisogna impugnare la corda dalle apposite maniglie e farle fare un movimento rotatorio continuo intorno al nostro corpo, facendo sì che la corda parta da dietro i talloni e passi sopra la testa, nel momento che precede il raggiungimento della parte anteriore dei piedi bisogna saltare per anticipare la corda, permettendo così che la rotazione continui.

Per eseguire il movimento al meglio sarà necessario mantenere le gambe leggermente piegate e effettuare i saltelli con la parte anteriore del piede, facendo si che questi ultimi si distacchino il meno possibile dal terreno durante il balzo. L’esecuzione ideale del saltello consiste nell’appoggiare entrambi i piedi alternando il carico del peso prima su una gamba e poi sull’altra.

Il movimento di rotazione della corda deve avvenire ruotando i polsi e non le braccia, e il collo e le spalle devono rimanere rilassati. 

 

Modi per saltare la corda

Esistono diversi modi in cui si può saltare la corda, che vanno dai più semplici ai più complessi.

Alcuni dei modi più semplici, adatti ai neofiti, sono: il salto semplice, eseguito stando sul posto, il salto su un solo piede, eseguito cambiando gamba e il salto a piedi alternati, in cui i piedi vanno alternati come se si stesse camminando sul posto.

Per coloro che praticano il salto con la corda già da tempo esistono esercizi più impegnativi e complessi, ma si dovranno padroneggiare al meglio quelli base, prima di poter passare a un livello avanzato. Questi sono: il double under, che consiste nel far eseguire alla corda due giri con un solo salto, Il criss cross arms, eseguito con un incrocio delle mani e delle braccia che precede il passaggio della corda sotto i piedi, il criss cross legs, eseguito incrociando le gambe ad ogni salto, il jumping jack, in cui le gambe andranno aperte e chiuse ad ogni salto, lo step in step out, eseguito saltando a piedi uniti avanti e indietro ed infine l’heel tap, in cui ad ogni salto si appoggia il tallone alternando i piedi.

 

Benefici del saltare con la corda

Saltare la corda fa bene, infatti, porta diversi benefici: migliora la resistenza, l’equilibrio e la coordinazione, allena il cuore e i polmoni, stimola la circolazione e, come sostenuto precedentemente, tonifica tutto il corpo, dato il coinvolgimento dei muscoli di gambe, polpacci, glutei, addome, braccia, spalle, polsi e colonna che avviene durante la sua esecuzione.

Saltare la corda fa dimagrire? Si! Essendo un’attività che permette di consumare molte calorie, se abbinata ad una giusta dieta e ad un deficit calorico, favorirà il dimagrimento.

Attenzione però, questa pratica è sconsigliata per coloro che sono sovrappeso o sottopeso, soffrono di tendiniti, problemi posturali, problemi alle articolazioni e alla schiena. Infatti, saltare la corda può avere impatti dannosi su schiena, articolazioni, cartilagine e tendini, questi vengono ridotti al minimo con una buona esecuzione, l’utilizzo di scarpe ammortizzate e l’esecuzione su un terreno morbido, ma nel caso dei soggetti che soffrono di questi problemi tutto ciò non basta ed il rischio che peggiorino è notevole.

Il salto con la corda è sconsigliato anche per coloro che soffrono di patologie all’apparato respiratorio e che hanno problemi di cuore o ipertensione, dato che il forte coinvolgimento di cuore e apparato respiratorio durante l’esecuzione potrebbe metterli fortemente a rischio.

 

Ora conoscete i benefici del saltare la corda, la corretta esecuzione e le relative varianti, non vi resta che provare voi stessi!

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: https://www.viapantanonews.it/i-vari-sport-in-piscina/ 

 

Se ti piace quello che leggi, condividilo!