Rimedi naturali per punture di zanzare e altri insetti

Con le belle giornate estive e il caldo ritorna, purtroppo, anche uno degli essere più fastidiosi del regno animale: le temutissime zanzare!
Per chi non dispone di un condizionatore nella propria abitazione ed è costretto a tenere porte e finestre spalancate per consentire il ricircolo dell’aria, questi piccoli insetti possono diventare più di una semplice noia con il loro incessante ronzio nelle ore notturne e la spiacevole sensazione di prurito che lasciano dopo averci punti.
Per evitare tutto ciò, sono presenti in commercio diversi spray più o meno efficaci che dovrebbero rendere la nostra pelle sudata meno invitante. Difatti il sudore è uno degli elementi principali che attira l’attenzione delle zanzare.
In alternativa, ci sono i classici zampironi che bruciando emanano un odore particolarmente sgradevole per molte tipologie di insetti. Tra gli altri aromi, naturali invece, che infastidiscono le zanzare, ci sono gli oli essenziali a base di menta, lavanda e rosmarino. Anche l’olio di Tea Tree viene utilizzato sia con funzione preventiva che lenitiva in quanto riduce la sensazione di prurito.
Un’altra valida soluzione sono le zanzariere da apporre alle finestre: con le loro trame sottili, consentono il passaggio dell’aria ma impediscono agli insetti di entrare in casa.

Negli ultimi anni, si sta diffondendo largamente anche l’utilizzo della racchetta elettrica ricaricabile per combattere questi esserini. Le racchette sono dispositivi elettronici ricaricabili davvero pratici e funzionali, inoltre la grande maggioranza di essi contiene una luce incorporata che permette di vedere al buio e, allo stesso tempo, attirare l’insetto.
Può sembrare un po’ sadico, ma il suono di una zanzara folgorata è davvero piacevole, specie se prima di fare una brutta fine è riuscita anche a pungerci!

Rimedi contro le punture di zanzara


A proposito di punture, passiamo ora a descrivere i rimedi per punture di zanzare che possiamo adottare. Innanzitutto: non grattare! Nonostante il nostro corpo ci chieda spasmodicamente di passare con le unghie sulla puntura, questa è l’azione più sbagliata perchè non fa altro che irritare ulteriormente l’area ferita.
Al più, alcuni consigliano di grattare attorno all’area interessata per “distrarre” il nostro cervello: il nuovo stimolo, infatti, ci illude che la sensazione di fastidio si sia attenuata, come una sorta di effetto placebo. Purtroppo questa soluzione non rientra certo tra le più durature.
Un’opzione più efficace è sicuramente quella di spalmare un po’ di crema, come quelle a base di cloruro di alluminio, medicamente testate per questi scopi.

Ma dato che il corpo umano non risponde per tutti allo stesso modo, col tempo si sono testati i più svariati rimedi casalinghi! Nel prossimo paragrafo, andremo ad analizzare i cosiddetti “sgami della nonna” o, per meglio dire, i rimedi naturali contro le punture di zanzara.

Punture di zanzare: rimedi naturali


Partiamo pure con lo shock termico: difatti, sia il caldo che il freddo, hanno un effetto benefico sulla puntura.
Se il calore (attenzione però a non ustionarsi!) agisce direttamente sulle proteine contenute nella saliva dell’insetto, che rappresentano la causa reale dell’irritazione, il ghiaccio ha un’azione anestetica sulla nostra pelle in quanto allevia sia gonfiore che prurito.
Tra gli impacchi naturali che si possono applicare per ridurre la sensazione di prurito, troviamo quelli a base di olio di mandorle, avena o la classica camomilla con le sue comprovate proprietà calmanti e lenitive.
Anche l’aloe vera è una soluzione consigliata per irritazioni causate da insetti e arrossamenti dovuti all’eccessiva esposizione ai raggi del sole.

Ci sono, poi, alcuni prodotti inaspettati come acqua e sale, il bicarbonato di sodio e il succo di limone che possono avere effetti benefici contro le punture.
Per restare in tema di frutta, alcuni consigliano anche di strofinare la parte interna della buccia di una banana sulla zona arrossata.

Tra le verdure, invece, la nonna consiglia: aglio e cipolla da strofinare o impacchi di cavolo da tenere in posa per circa un quarto d’ora.

Ultimi ma per questo non meno stravaganti: miele, aceto e dentifricioIl miele va spalmato e poi lasciato agire per circa una mezz’oretta.
Alcuni dentifrici, grazie ad ingredienti specifici contrastano l’infiammazione e infine l’aceto di mele riesce a lenire e disinfettare allo stesso tempo.

 

Dopo questa rassegna esaustiva di rimedi contro le punture di zanzara, le vostre cene in giardino sono salve! Diciamo basta al vivere con il terrore delle zanzare e, anche in caso di puntura, non vi resterà che testare alcuni dei nostri rimedi naturali e poi farci sapere nei commenti se per voi si è rivelato efficace o meno!