Peluche per riscoprire se stessi

peluche-charmander

Ti sei mai chiesto perché uno dei giocattoli più amati siano Peluche? Non esista una risposta chiara a questa domanda, quindi mettiti comodo e goditi questo articolo dedicato ad uno dei giochi più amati dall’uomo nella storia recente. Parleremo della loro origine, evoluzione e dei benefici che derivano da questi oggetti morbidi e super dolci.

Avere un pupazzo come compagno può migliorarti la vita. Questo tipo di articolo accompagna gli esseri umani da generazioni e le ragioni sono chiare, possono aiutare la psiche, accompagnando il suo padrone con dolcezza nella quotidianità. Questa introduzione risulta utile ad evitare di cadere in errore: i peluche non sono solo per bambini, certo spesso il primo pupazzo lo si riceve duranti i primi anni di vita, ma nel corso del tempo si è enormemente diffusa anche tra gli adulti la tendenza di possedere un morbido e tenero pupazzo.

Certo la meraviglia che fa brillare gli occhi dei bambini, rendono questi articoli più affini a loro; Infatti i più piccoli, sebbene ancora incoscienti, già nei loro primi mesi di vita riescono a cucire un legame con questi tipi di giocattoli.

Quando sono nati i Peluche?

Sebbene oggi non risulti semplice individuare un periodo temporale preciso, convenzionalmente si assegna alla tedesca Margarete Steiff il merito di aver ideato questo tipo di prodotto, nel lontano 1880. Certamente per questi prodotti non è mai esistito una sorta di brevetto o licenza d’autore, ma è merito di Steiff se questi articoli sono entrati nella vita di milioni di persone. L’ideatrice, originaria di Giengen in Germania, è riuscita a costruire un vero e proprio impero basato sulla commercializzazione di questi prodotti. L’ideatrice, sarta da quando era bambina, pensò di assemblare un pupazzetto a forma di elefante così da renderlo un portaspilli, una funzione bel lontana da quella a cui siamo abituati ora. Il passaggio decisivo avvenne quando i figli delle sarte che utilizzavano questo simpatico portaspilli, iniziarono a giocarci senza mai separarsene: i peluche entrano ufficialmente nella nostra vita.

Inizia così la produzione di pupazzi e peluche. I primi prototipi erano ispirati a diversi animali come cani, gatti e orsacchiotti; gli occhi venivano ricavati generalmente dal vetro o dal legno, mentre per l’imbottitura veniva utilizzato trucioli di legno e fibre di poliestere. Oggi la Steiff Company è una multinazionale che con i suoi 1700 dipendenti e un fatturato di oltre 100 milioni di euro offre i suoi articoli in tutto il mondo. Nel rispetto della traduzione l’azienda ha accresciuto il suo know how affidando una parte della produzione ai suoi artigiani sarti, che completano i prodotti a mano.

Come scegliere il proprio Peluche preferito?

Come decidere quale pupazzetto acquistare è un processo non così semplice come sembra. Online è facile trovare diversi tipi di peluche, distinti per taglia, colore e fantasia. Una delle piattaforme più fornite di una vasta scelta è sicuramente Pupazzi e Peluche, uno store online che grazie alle diverse categoria di prodotti riesce a rispondere a tutti i gusti, come la collezione marvel o pokemon.

Occorrerà quindi realizzare un vero e proprio lavoro introspettivo, pensare ai propri gusti e rinascere il design che permetterà al tuo morbido amico di accompagnarti giorno dopo giorno, arricchendo gli spazi quotidiani.

Se ti piace quello che leggi, condividilo!