Dove andare in gita per un giorno in Lombardia?

cosa visitare lombardia

La voglia di viaggiare è tanta, specialmente dopo un periodo di isolamento forzato come quello che abbiamo vissuto a causa della pandemia da Covid-19. E, ora che le misure di contenimento della pandemia si sono un po’ allentate, abbiamo bisogno di “riallenarci” a viaggiare. E allora, che ne dici di partire insieme a noi alla scoperta della Lombardia? In questa guida, ti proponiamo alcune mete da esplorare in un giorno, per scoprire questa meravigliosa Regione e le bellezze che ha da offrire. Sei pronto? Partiamo!

Cornello dei Tasso

Situato in provincia di Bergamo, Cornello dei Tasso è un piccolo borgo medioevale che merita assolutamente di essere visitato. Questo paesino ha una particolarità molto interessante: è qui che è nato il servizio postale. Fu la famiglia Tasso, originaria del borgo, ad iniziare questa importante attività come corrieri della Serenissima. Essi, poi, iniziarono a gestire i collegamenti postali con centinaia di altre città europee.

Oltre a “perderti” nella bellezza dei vicoli di Cornello dei Tasso, ti consigliamo di visitare il Museo dei Tasso per fare un tuffo nella storia del servizio postale. E’ in questo museo che potrai osservare il primo francobollo della storia!

Lago di Lecco

Da Cornello dei Tasso – borgo ricco di storia – ci spostiamo sul ramo più orientale del lago di Como per una visita al Lago di Lecco. Un territorio ricco di natura e di spunti interessanti per una gita di un giorno davvero imperdibile.

Le Prealpi Orobiche che qui sono situate, offrono ad esempio numerosi percorsi di facile, media o alta difficoltà: se ami il trekking, non puoi non visitare questo straordinario luogo!

Bellissime anche le numerose località di interesse storico che costellano questa zona. Un esempio? Il pittoresco borgo di Varenna, ricco di ville storiche oppure Abbadia Lariana, località famosa per la presenza dell’antica Abbazia benedettina di San Lorenzo. E non possiamo non citare il capoluogo Lecco, incastonato tra i monti circostanti ed il lago: goditi una rilassante passeggiata sul lungolago e visita i luoghi tanto cari al Manzoni e resi così celebri dalla sua opera letteraria I Promessi Sposi.

Crespi D’Adda

Il villaggio operaio di Crespi D’Adda è stato inserito tra i patrimoni dell’Unesco grazie alla sua incredibile storia e alla bellezza delle sue architetture. Questo villaggio fu costruito alla fine dell’Ottocento dalla famiglia Crespi per dare alloggio ai dipendenti dell’opificio tessile insieme alle loro famiglie. Ad ogni lavoratore fu messa a disposizione una casa con giardino e orto: essi poterono così avere tutto quello di cui avevano bisogno, proprio accanto al luogo in cui lavoravano.

Si tratta di un’opera sociale di grandissima importanza: ecco perché l’abbiamo inserita nella nostra guida. Tra i luoghi che ti consigliamo di visitare in Crespi D’Appa non possiamo non citare l’ingresso all’opificio, la villa dei padroni, la scuola, le case operaie e quelle dei dirigenti, il lavatoio, la chiesa bramantesca ed il cimitero.

Sabbioneta

Situata in provincia di Mantova, Sabbioneta è un’altra cittadina lombarda inserita tra i patrimoni dell’Unesco. Celebre per la sua struttura a forma di stella a sei punte, Sabbioneta fu voluta nella seconda metà del Cinquecento dal Duca Vespasiano Gonzaga e fu costruita seguendo i canoni di quella che, nella concezione umanistica, era la “Città ideale”.

Bellissima e di rilevante interesse storico, Sabbioneta è oggi la massima espressione della classicità. Passeggia tra le sue stradine, ammira gli edifici rinascimentali, “perditi” nelle sue piazze e respira quell’armonia ed eleganza tipica del Cinquecento. Una visita accurata la meritano, senza dubbio, le porte d’accesso Imperiali e della Vittoria, il Teatro all’Antica, il palazzo Ducale e il palazzo Giardino.

Certosa di Pavia

Se sei alla ricerca di itinerari da sogno per la tua gita di un giorno in Lombardia, non puoi non visitare la splendida Certosa di Pavia. Situata a pochi km dalla città, il complesso monastico della Certosa fu voluto da Gian Galeazzo Visconti nel XIV secolo.

Composta dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie di ispirazione neo gotica e corredata da edifici rurali e dal Palazzo Ducale, la Certosa ospita dal 1968 i monaci dell’Ordine Cistercense impegnati nella produzione e nella vendita di tipici prodotti erboristici.

I castelli della Bassa Bergamasca

La bassa pianura bergamasca offre numerosi spunti di interesse soprattutto ai turisti appassionati di storie e di battaglie. Imperdibile una visita al Castello di Malpaga che fu residenza del celebre condottiero Bartolomeo Colleoni. Anche il Castello di Cavernago, il Castello di Pagazzano e il borgo di Cologno al Serio meritano una visita approfondita.

Monte Isola

Situata sul Lago D’Iseo, Monte Isola è un piccolo gioiellino. Sull’isoletta non è possibile circolare con le auto: ecco perché l’atmosfera che si respira qui è davvero così particolare. L’isolotto può essere facilmente raggiunto con i battelli che partono da Iseo oppure da Sulzano.
Una volta arrivato su Monte Isola, “perditi” nei vicoli e nelle stradine dei suoi piccoli borghi e respira un’atmosfera unica, di pace e tranquillità.

Se ti piace quello che leggi, condividilo!