La Settimana Rosa sarà il nuovo “Capodanno” della Riviera Romagnola

La Riviera Romagnola, con le sue località turistiche da sempre in prima fila per proporre eventi e novità, annuncia che anche quest’anno, nonostante la situazione creatasi a livello nazionale che tutti ben conosciamo, la stagione sarà “in rosa”. Si parla, infatti, di organizzare il grande evento dell’estate, giunto alla sua quindicesima edizione, per il clou dell’estate 2020.

La durata dell’evento

Per l’estate 2020, l’evento durerà un’intera settimana con manifestazioni, spettacoli, concerti, giochi al mare, sport. La grande kermesse avrà luogo dal 3 al 9 agosto 2020 e vivrà il proprio culmine nel week-end tra il 7 e il 9 agosto. Per questo si parlerà di Settimana in Rosa. Sarà naturalmente una versione soft, rispetto alla notte rosa degli anni scorsi, in cui si terrà conto di tutte le direttive impartite dagli organi preposti alla tutela della salute.. Tutto avrà luogo come gli anni scorsi ma in modo di rispettare le norme in materia di distanziamento sociale, garantendo nel contempo a tutti tanto divertimento.

Chi organizza la Settimana Rosa

La Settimana Rosa è stata decisa dal Consiglio di Amministrazione di Visit Romagna, l’ente che coordina la promozione turistica della Riviera. Come ha annunciato l’assessore di Ravenna, si tratta di garantire a tutti i turisti, che anche quest’anno sceglieranno la regione romagnola come meta delle vacanze, il grande evento che unisce tutta la costa.

Che cos’è “Il Capodanno dell’estate”?

Non si tratta di una sola notte in rosa ma piuttosto di una pink week, per la realizzazione della quale, stanno lavorando tutte le amministrazioni locali con gli operatori turistici, i bagnini, gli albergatori e i ristoratori. La Settimana Rosa sarà l’esempio di come la sinergia tra Comuni e privati è ancora indispensabile per sottolineare l’identità e la vitalità del turismo romagnolo. In modo particolare, si cercherà di sposare l’idea di una grande festa, vivace, colorata, divertente, chiassosa, con tante persone che si divertono in allegria e sicurezza. Questo sarà l’anno in cui si rilancerà la nuova riviera che punterà anche su stile e serenità, su arte e cultura. Per essere sempre aggiornati sullo sviluppo dell’evento, si possono fare visite sui social come Facebook, Twitter e YouTube.

Eventi organizzati dalla città di Ravenna

Come gli altri anni, la città di Ravenna 2020 punterà su escursioni nelle valli per ammirare la natura e gli animali, come i fenicotteri rosa che abitano le saline di Cervia. Potranno essere organizzate gite per arrivare alla foce del Bevano per attendere il sorgere del sole; in particolare, i turisti potranno ammirare i mosaici che si trovano nelle chiese, vivendo anche momenti di convivialità nelle piazze e nei luoghi storici della città. Per garantire la sicurezza, gli eventi si svolgeranno per lo più in grandi spazi aperti. L’intero programma potrà essere visionato a questo link.

Informazioni utili

Per maggiori informazioni sull’evento si può visitare il sito http://www.turismo.ra.it/ita/ o quello dell’ufficio IAT.

Si può telefonare anche al numero +39 0544 35404 / 482838 o inviare una mail al seguente indirizzo: turismo@comune.ra.it

Nella sezione contatti, sarà possibile richiedere informazioni dettagliate o scaricare il materiale turistico e la mappa della città, le brochure dei monumenti e dei servizi turistici.

Dove soggiornare

Tutti coloro che sono interessati a trascorrere qualche giorno di vacanza a Ravenna, possono scegliere tra le numerose proposte degli hotel, tra cui Hotel Dafne che riserva dei pacchetti all inclusive o sconti per i bambini. Molti hotel accettano anche i bonus vacanza. Per trovare un hotel, soprattutto nel periodo del week-end rosa, basta visitare i numerosi portali che propongono offerte sempre aggiornate con i last-minute, tenendo conto che si prevede un tutto esaurito ed è bene giocare d’anticipo chiedendo già fin d’ora dei preventivi. Le strutture ricettive nel centro storico di Ravenna e nei dintorni sono varie: si può scegliere tra un moderno albergo o in una suggestiva residenza storica, oppure un B&B. I ristoranti propongono la gastronomia tipica della terra di Romagna, della valle e del mare Adriatico: cappelletti al formaggio, passatelli, le grigliate di carne, le “rustide” di pesce e, per i palati più curiosi, rane e anguille.