Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2 sarà il seguito di uno dei videogiochi più attesi. E come tale assicura coinvolgimento e divertimento per gli appassionati del settore. Insomma, un titolo da non lasciarsi sfuggire, tanto che in molti l’hanno già segnato sull’agenda.

L’uscita è stata rinviata di qualche mese, ma il risultato sarà sicuramente migliore e graficamente perfetto quando lo potremo provare di persona il 26 ottobre prossimo. Da questa data ci separa solo un mesetto di tempo, e la Rockstar ha anticipato che le missioni non riguarderanno esclusivamente la storia principale.

Ambientazioni

Il tema western di questo apprezzato gameplay non sarà più lo sfondo crepuscolare del primo Red Dead Redemption dato che si va indietro nel tempo. Infatti Red Dead Redemption 2 è ambientato a dodici anni prima, ed esattamente nel 1899 quando era in atto il periodo di modernizzazione.

Personaggi

La legge si fa sempre più presente nella nuova fatica del gioco del vecchio West, dove i criminali saranno meno attivi. Giocheremo come Arthur Morgan appartenente alla stessa gang di John Marston del primo capitolo, ma che sarà presente anche in Red Dead Redemption 2, oltre a Sadie Alder, lo Zio, Dutch van der Lindeda e Sean McGuire e Dutch van der Linde, Bill Williamson e Javier Escuella.

La storia

Dopo una rapina finita nel peggiore dei modi dovremo fuggire. Il gruppo di Dutch van der Linde cercherà di eliminare cacciatori di taglie e federali per poi rapinare, combattere e cacciare il più possibile. Tuttavia, il giocatore, cioè il protagonista non saprà cosa scegliere tra la fedeltà alla propria banda o i suoi ideali.

La grafica del gioco

Nel nuovo gioco saremo catturati dalla perfezione dei dettagli del volto dei personaggi, oltre ad una realtà viva fatta di viandanti, carovane, persone e belve feroci. Ma la meraviglia assoluta sono le foreste di questa terra, la vegetazione, i riflessi dei raggi del sole, la polvere, il manto realistico dei cavalli, le luci nella notte.

Un mondo di gioco da restare a bocca aperta, profondo e tecnicamente avanzato. Da esplorare in lungo e in largo, in ogni angolo, su di un’enorme mappa. Ed infine, ecco le montagne innevate che si stagliano all’orizzonte e gli specchi d’acqua così realistici da far sognare.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>