Regali erotici, sono soprattutto le donne a comprare nei sexy shop

sexy shop andamento mercato

Pensavate che le donne fossero meno interessate agli oggetti erotici rispetto agli uomini? Vi sbagliavate, perché secondo un recente sondaggio sono soprattutto loro a comprare nei sexy shop e a preferire l’esplorazione del gioco in una coppia. Le vendite dei sexy shop online crescono di anno in anno, così come quelle nei negozi fisici. Di positivo, c’è che sul web è possibile ordinare i vostri “giocattolini” per farveli arrivare direttamente a casa, passando così inosservati, ed è l’opzione che molte persone preferiscono.

Ma che cosa viene acquistato in particolare? Ci sono molti articoli in vendita che neanche riuscite a immaginare, si spazia da oggetti vari a biancheria e tanto altro. Per un Natale appagante e trasgressivo, al posto del solito intimo sexy acquistato nei negozi di abbigliamento canonici, perché non digitare “sexy shop” sul motore di ricerca e mettersi alla ricerca di un regalo diverso? Perché vergognarsi di acquistare in questi negozi? Non c’è nulla di male nel volersi divertire in vari modi sessualmente o eroticamente o vestirsi provocanti, perché la vita è una sola e bisogna viverla con libertà.

Le donne amano essere stimolate e difficilmente rinunciano ad un diverso piacere, quindi perché limitare la propria fantasia? E’ proprio come il mondo del porno, che esiste e non dovrebbe rappresentare un tabù al giorno d’oggi. Non limitatevi e comprate qualcosa che vi piace e magari potrete stupire non solo voi stessi ma anche il vostro partner, in quanto nei negozi, anche online, ce n’è davvero per tutti i gusti.

I tabù non hanno più senso di esistere e se il settore dei sexy shop fa registrare una netta crescita è perché qualcosa sta cambiando e nella noia, abitudine e routine, magari qualche “variante” potrà fare del bene. Fare sesso è una cosa normale ed è una necessità del corpo, quindi privarsi del divertimento di cui si ha bisogno solo per ideologie e pensieri antichi dovrebbe essere ormai una cosa sorpassata.

Accanto al mondo dei sexy shop, in graduale ascesa è anche il mercato dei siti che ospitano annunci pubblicitari di escort (vedi per esempio la pagina escort Milano). Dal 2007 in poi, per effetto di una sentenza del giudice Francesco Bagnai che escludeva il reato di favoreggiamento della prostituzione nel caso di possesso di un sito web con annunci di escort (bisogna svolgere «ulteriori attività finalizzate ad agevolare la prostituzione» come «l’aver contattato il fotografo per sottoporre le donne a servizi fotografici») ha favorito il boom di questo tipo di siti web, il cui mercato è in trend ascendente anno dopo anno.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>