Estrattore di frutta e verdura come moda del momento o utilissimo elettrodomestico?

succhi da estrattore

L’estrattore di succo o slow juicer è nato negli USA, 50 anni fa ed ora è arrivato anche in Italia come il piccolo elettrodomestico di casa alla portata di tutti. Quindi, perché non approfittare di questa sana abitudine? Quella cioè di nutrirsi anche con succhi a freddo ottenuti con l’utilizzo dell’estrattore sia di frutta che di verdura.

L’estrattore è molto apprezzato negli ultimi tempi ed è di conseguenza fra i più venduti, perché i succhi che si possono ottenere sono completi e ricchi di vitamine, oligo elementi e sali minerali. A differenza di quei succhi di frutta che sono in commercio colmi di zucchero e conservanti. Ecco allora che il succo del nostro estrattore può migliorare la propria salute, diminuire la fame, disintossicare, allontanare i radicali liberi e rendere più forte l’organismo contro influenze e malattie in genere.

Infatti questi succhi estratti consentono l’assunzione di nutrienti in modo più rapido dato che facilitano la digestione rispetto a frutta e verdura solidi. Inoltre, se si parla di velocità non si deve tralasciare anche la semplicità nella preparazione che richiede pochissimi minuti per un succo così completo.

Conoscere e usare l’estrattore

 

Dopo aver capito quanto sia utile un estrattore di frutta e verdura per ottenere dei succhi molto nutrienti, vediamo ora come usarlo.

In prima analisi, che subito salta all’occhio, ecco un succo diverso da quello che si può ottenere con la centrifuga, siccome l’estrattore estrae, come dice il nome, dalla frutta e dalla verdura tutto il succo della polpa. Non è una moda, anche se tutti lo vorrebbero avere nella propria cucina. In effetti utilizzare un’estrattore significa assicurarsi più salute, dato che in questo modo si consumerà vera e propria frutta liquida, perfetta per una dieta o per chi è vegano e per coloro che amano i frutti di stagione.

A questo punto, è bene sapere che l’estrattore viene usato a velocità bassa nel momento in cui separa lo scarto della verdura o della frutta ottenendo così succhi migliori e ricchi di fibre. E’ formato dalla coclea e dal filtro per dividere la polpa dal succo che verrà anche filtrato per eliminare alla fine gli scarti.  Si consiglia di non inserire mai nell’estrattore certe parti della frutta, come per esempio i noccioli, anche se i semi dell’anguria vengono lavorati dall’elettrodomestico senza danni.

Per ciò che riguarda la frutta che possiede una buccia piuttosto spessa come la banana, deve essere sbucciata prima di versarla nell’estrattore, inoltre si consiglia di bere subito i succhi dopo averli preparati per non perdere alcune proprietà nutritive. Infine, dopo l’uso, l’estrattore va pulito sempre, smontando quelle parti che presentano delle rimanenze di frutta che seccando potrebbero provocare delle incrostazioni. Queste sezioni sono quindi da lavare senza usare il detersivo, ma solo spugnetta e spazzolino. Poi, nel tempo, sarà utile sostituire la retina del filtro.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>