Cos’è il dragging e come eseguirlo

dragging

Il dragging è indubbiamente una tecnica pittorica molto fine ed elegante dove regnano sovrane lievi rigature di colore. Anche la pittura a pettine è molto simile al dragging dato che sempre di righe si tratta, ma nel primo caso sono fatte a mano seguendo la propria fantasia, mentre con l’altra tecnica sono righe uniformi e regolari. Questi procedimenti particolari si possono applicare a diverse superfici, quindi non solo al muro, ma anche agli oggetti o mobili, per ottenere effetti di luce assai raffinati.

Il dragging per le pareti di casa

 

Per decorare le pareti dell’appartamento il dragging potrebbe essere un’ottima alternativa. Se si analizza il significato della parola dragging si evince che deriva dall’inglese “trascinare”, che è in sostanza l’operazione che faremo applicando il colore alle pareti.

Per eseguire correttamente questa tecnica è necessario tirare il pennello con la pittura dall’alto al basso in modo regolare e completare con questo procedimento tutta la parete. Sembra una tecnica piuttosto facile da eseguire, ma non è proprio come appare, tanto che se non si è pratici del fai da te è forse meglio affidarsi a ditte specializzate.

Leggi anche: Quali colori scegliere per le pareti di casa: i trend del 2018

Come fare per eseguire la tecnica del dragging

 

Per iniziare a dipingere il muro usando il procedimento del dragging bisogna preparare la superficie. Quest’ultima dovrà risultare omogenea e liscia dopo averla carteggiata e in certi casi o punti particolari dopo averla anche stuccata. Aspettare l’eventuale asciugatura e procurarsi i seguenti materiali:

  • pittura a guscio d’uovo
  • vernice a olio
  • vernice chiara
  • sottosmalto
  • acqua ragia
  • pennelli
  • coloranti
  • carta vetrata
  • stucco

A questo punto, si inizia applicando la pittura a guscio d’uovo e poi si attende l’asciugatura. Intanto, si prepara la vernice a olio con il colorante, un poco di sottosmalto di colore bianco e acqua ragia q.b. seguendo le dosi scritte sulle istruzioni o chiedendo consigli agli esperti. Cominciare poi con la stesura del colore passando il pennello verticalmente e poi orizzontalmente.

Prima dell’asciugatura ripassare la superficie dipinta con un pennello asciutto eseguendo dei movimenti verticali che dovranno avere per tutta la parete la stessa precisione e pressione. Ad ogni passaggio del pennello si consiglia di togliere l’eccesso di vernice sulle setole.

Si ritorna poi a dipingere nuovamente tracciando sulle righe già create altre righe che devono risultare parallele. Il lavoro portato a termine farà apparire i muri di casa alquanto raffinati ed eleganti, ma per completare il tutto è meglio ripassare ancora la stessa parete dipinta con delle vernice opaca trasparente. Il risultato sarà strepitoso!

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>