Con l’ultimo aggiornamento Windows 10 ecco l’utile Condivisione di prossimità

Condivisione di prossimità

Grazie all’ultimo aggiornamento la Microsoft ha pensato bene di introdurre la possibilità di lavorare con file di dimensioni extra large condividendoli in pochi minuti. Si parla infatti di quella funzione che a casa Apple prende il nome di AirDrop, mentre nel mondo Windows si chiama Condivisione di prossimità.

Condivisione di prossimità

 

La funzione in questione offre la possibilità di trasferire tutti i file che vogliamo in modo ultra veloce e facilmente grazie al Bluetooth e al WiFi. Quindi, dopo aver aggiornato Windows si consiglia di aprire il Centro Notifiche che si trova in basso a destra per vedere un tab nuovo dedicato alla Condivisione di prossimità e procedere in questo modo::

  • Se si vuole attivare basta cliccarci sopra con il destro del mouse e così tutti i computer che hanno già la funzione attiva potranno visualizzare il suddetto dispositivo. In seguito, andare in Impostazioni e modificare, volendo, gli elementi o parametri che serviranno per la propria condivisione.
  • La prima cosa da decidere è naturalmente l’attivazione o la disattivazione della funzione, mettendo il segno di spunta nel campo di riferimento; mentre nella Sezione “Posso condividere o ricevere contenuti” è sempre possibile optare per la condivisione dei file con tutti i pc che sono vicini a noi o solo con i propri dispositivi che hanno il personale account Microsoft.
  • Per quel che riguarda i file ricevuti, grazie a Condivisione di prossimità, si può ora cambiare la cartella dove poter salvare questi file con un click su Modifica, per inserire la destinazione preferita.
  • Mentre nella parte che presenta “Condividi tra dispositivi” è possibile attivare o disattivare la funzionalità di condivisione di file nei confronti di tutti i dispositivi mobili e pc Windows scegliendo anche se rendere possibile la condivisione solo tra i propri pc e cellulari oppure se allargarsi a tutti i dispositivi che si trovano intorno a noi.

Alla fine, il trasferimento dei file, anche quelli di grandi dimensioni, potrà rivelarsi davvero comodissimo dato che semplifica il percorso e attiva il Bluetooth utilizzando però il WiFi. Ecco perché il tutto sarà veloce. Allora, con Windows Spring Creators Update abbandoniamo tutti i fili o cavi per il trasferimento wireless dei nostri file, per esempio tra pc e device mobile o tra pc e pc, grazie alla funzione molto simile ad AirDrop per Apple che invece per Microsoft si trova sotto “Condivisione di prossimità”.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>