Come proteggere l’account email

account email

L’email o posta elettronica è il servizio più usato in assoluto e come tale è soggetto purtroppo a diversi rischi che si rivelano sotto forma di hacker o malware. Ecco perché diventa indispensabile proteggere l’account da intromissioni devastanti e accessi non autorizzati. Attenzione quindi ad aprire email incerte o allegati!

Avvertenze

 

Per non compromettere l’account, la privacy e il computer si consiglia di proteggere la propria posta elettronica da coloro che si nascondono e tentano in tutti i modi di provocare dei danni. A chi non è successo di cliccare su di un allegato o aprire una email che si presumeva appartenere ad un contatto conosciuto e fidato? E’ bene quindi saper distinguere e controllare sempre la posta ricevuta prima di leggerla.

Questo principio vale per tutti, aziende e privati, che si ritrovano molto spesso indifesi di fronte ai diversi attacchi, come accade con il phishing che sottrae informazioni finanziarie e personali mascherandosi dietro a persone a noi note. Altro avvertimento è quello di non rispondere alle richieste di accesso, codici e password che si celano nei siti detti mirror, molto simili a quelli veri.

Protezione

 

Per difendere la propria email è bene cominciare fin da subito a proteggerla, utilizzando questi utili suggerimenti:

  • pensare ad una password originale e complessa per la propria email che diventerà sicura e impossibile da individuare anche con software specifici che utilizzano infinite combinazioni
  • creare la password giusta usando: numeri, lettere minuscole e maiuscole, caratteri speciali, frasi e parole non corrette
  • scartare il nome del proprio marchio, un riferimento esistente o una città
  • usare l’autenticazione a due fattori che rende impossibile l’accesso all’account anche se il malintenzionato di turno ha indovinato la password, dato che dovrà inserire un codice per entrare definitivamente nel profilo
  • prestare attenzione ai siti di phishing che rubano la password e l’email per passarle agli hacker; quindi è bene controllare gli eventuali errori grammaticali e i dettagli
  • non scrivere mai informazioni e dati personali se prima non si ottiene la conferma per telefono
  • gli allegati che non si conoscono non vanno aperti, nonostante sia possibile sottoporli all’antivirus
  • le email provenienti da fonti sconosciute non si devono mai leggere
  • tutti gli indirizzi sospetti, l’uso dell’italiano non corretto e il nome del documento allegato sono dei campanelli d’allarme
  • nelle email di spam non bisogna cliccare su Annulla l’iscrizione perché è proprio su quel link che si celano virus malevoli, quindi contrassegnare l’email sospetta come spam e poi eliminarla
  • infine si consiglia di usare degli antivirus per le email, per scansionare la posta e aggiungere gli anti-spam.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>