Come e perché usare la pasta di sale per realizzare tante creazioni utili o solo decorative

decorazioni pasta di sale

Con la pasta di sale si realizzano tante creazioni, come: soprammobili, collane, pupazzi, portatovaglioli, cornici, portafoto e così via. Ma soprattutto è un modo simpatico per far divertire i bambini che amano sporcarsi le dita e pasticciare con le paste da lavorare.

Un altro motivo per optare per la pasta di sale è proprio perché si presenta veloce da ottenere in casa e altrettanto adatta per qualunque tipo di realizzazione. Inoltre, si può dipingere a piacimento e si presta anche per creazioni più complesse.

Come preparare la pasta di sale

 

Partiamo allora dagli ingredienti base per ottenere l’impasto giusto:

  • 200 grammi di farina
  • 100 grammi di sale fino
  • 20 ml. di olio
  • 120 ml. di acqua

Per iniziare, mettere in una terrina il sale e la farina poi acqua e olio ed infine mescolare per bene. Impastare ancora e aggiungere altra acqua, se serve, continuando sempre a mescolare con le mani. Il risultato dovrà apparire liscio. Ora infornare a 130° C per 5 ore circa, poi togliere dal forno e far raffreddare. Riporre la pasta di sale in un vaso chiuso e metterlo in frigorifero perché si potrà conservare per 6 mesi.

A questo punto non resta che creare quel che si vuole come: animaletti, decorazioni, fiori, modellando con le mani. E se per caso le braccia dei pupazzetti non si uniscono bene sarà sufficiente inumidire con poca acqua che funzionerà come collante. In seguito, si dipinge l’oggetto con i colori a tempera o con gli acquarelli.

 

Ma la pasta di sale potrebbe essere colorata fin da subito unendo al composto già fatto riposare per trenta minuti in un vasetto ermetico, della tempera da mescolare bene con le mani al fine di ottenere un risultato uniforme. Quindi, un vasetto per ogni colore e la pasta di sale sarà pronta per diventare un buon materiale con il quale dar sfogo alla propria fantasia. Infatti, dopo aver eseguito l’oggetto è bene farlo essiccare in forno e passarlo con la vernice trasparente, e aspettare l’asciugatura. In questo caso infatti non serve colorare.

Alla fine, la lavorazione della pasta di sale è un modo simpatico per stimolare creatività e manualità, ma anche per far esperienza, conoscere consistenza e malleabilità al fine di esprimere tutta la propria personalità.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>