Come diventare speaker radiofonico

speaker radiofonico

Lavorare nella conduzione di una radio non è soltanto una passione, ma potrebbe diventare una vera e propria attività. Fare il dj significa studiare recitazione, frequentare corsi ed entrare a far parte del mondo radiofonico passando per esempio da tecnico a speaker. Infatti non esiste una strada precisa da percorrere per arrivare all’obiettivo finale. Di solito si comincia frequentando una piccola radio sperando di trovarsi un giorno di fronte ad un microfono più importante.

Percorso formativo

Per diventare un bravo speaker radiofonico bisogna avere una voce e una dizione davvero speciali, una spiccata personalità e voglia di comunicare con sensibilità e freschezza. Tuttavia, questi doni naturali non sono sufficienti per formare un bravo conduttore.  Occorre infatti anche una certa competenza tecnica e una cultura generale su vari temi: tendenze,musica, attualità, film, moda, sport e così via.

La demo

Per presentarsi ad una radio l’aspirante speaker dovrà creare una demo, cioè una registrazione della voce simulando una diretta, per dimostrare la propria bravura, passione e attitudine ad incuriosire il pubblico. Questa demo però non deve essere troppo prolissa, dato che in pochi minuti bisogna salutare e lanciare magari un gioco nuovo di prossima uscita.

Corso per speaker radiofonico

Un altro passo importante per diventare un vero professionista è sicuramente l’esperienza e le numerose prove che si dovranno affrontare e riascoltare più volte. Basti pensare che in una diretta di un programma importante è necessario seguire una scaletta e conoscere i segreti che riescono ad attirare l’attenzione degli ascoltatori. Ecco allora che un corso per speaker radiofonico presso gli Istituti Professionali potrebbe essere il trampolino di lancio dove imparare tecniche avanzate e conoscenze specifiche.

La radio locale

Lo speaker, all’inizio della propria carriera, deve farsi le ossa in una radio locale, per capire come muoversi. Tanta serenità e un sorriso positivo sono le qualità fondamentali di colui che è seduto di fronte al microfono e che trascorre gran parte del suo tempo in una radio. Un’altra dote è quella di essere concentrati su quello che si dice e nel modo in cui lo si dice; perché un tono errato, un dubbio, una distrazione potrebbero compromettere la carriera. Dopo qualche anno di esperienza, il grande salto verso emittenti più importanti potrebbe bussare alla porta, ma è proprio in quel momento in cui gli errori non verranno accettati.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>