Clima e inquinamento

clima inquinamento

Il genere umano ha capito in ritardo che il clima cambia in relazione all’inquinamento! Basti pensare a ciò che è successo in California, sottoposta a diversi incendi derivati dal caldo esagerato e dall’enorme siccità.

Previsione d’inquinamento

 

Solo 30 anni fa, ma ancor prima, l’uso del combustibile fossile inizia a farsi sentire come impatto negativo sull’ambiente. Dopo un secolo di scienza e dopo il cambiamento di cultura e di opinione pubblica il mondo si è accorto che clima e inquinamento vanno di pari passo.

Uno scienziato svedese, già nell’Ottocento, aveva previsto il riscaldamento della terra derivante dall’utilizzo del carbone. A quel tempo però poteva sembrare un aspetto positivo questo impatto ambientale, per rendere il clima più mite e aiutare l’attività agricola.

Tuttavia, dopo qualche decennio il New York Times del 1956 parlava di emissioni negative di gas serra che derivavano dall’utilizzazione dell’energia. Infatti producendo energia l’inquinamento avrebbe potuto causare dei problemi seri. Ma in quel momento il combustibile principale, che fosse carbone o petrolio, era considerato il motore principale verso l’industrializzazione e l’innovazione del futuro.

Il 1988


Fu proprio il 1988 l’anno in cui si inizia a parlare dell’effetto serra.

La conseguenza fu la creazione di un Gruppo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico che derivava dal protocollo di Montreal, dove si stabilivano le misure indispensabili per eliminare le sostanze sintetiche e i composti dannosi per la fascia d’ozono.

Ed era sempre il 1988 quando James Hansen, climatologo famoso, affermò al Senato d’America che l’effetto serra era stato già rilevato e che avrebbe trasformato il clima.

Rimedi al disastro climatico

 

Fortunatamente le tecnologie avanzano di pari passo alle innovazioni e alle problematiche moderne, infatti stiamo assistendo allo sviluppo di energie rinnovabili con impianti solari ma anche eolici, nuove batterie che fanno funzionare gli impianti, nuove metodologie per la costruzione degli edifici dove sfruttare anche il vento o l’acqua piovana e così via.

Nonostante tutto ciò, l’essere umano sì vede costretto ad utilizzare ancora combustibili fossili.

Per ostacolare questo nefasto inquinamento occorrono ricerca e studi ad alto costo.

Cambiamento del clima

 

Sembra come se la specie umana stia attraversando una fase di cambiamento generale dell’esistenza stessa, dove il pensiero va modificato per salvare il pianeta e i suoi abitanti.

Perché attenzione, il clima cambia in modo diverso da come l’inquinamento modifica l’ambiente!

Sarebbe sufficiente solo il sovrappopolamento del pianeta per far aumentare l’emissione di gas serra, impoverendo le foreste, diminuendo le risorse idriche o peggiorandole, incrementando la desertificazione e aumentando i rifiuti.

Alla fine, il clima cambia come sintomo di una situazione ambientale ben più grave, di fronte alla quale l’uomo si trova ora assai spaesato,ma che in futuro dovrà affrontare e risolvere.

Un’era questa, denominata Antropocene.

Lascio un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>