Traffico Limitato: cosa cambia per le imprese

venerdì, 21 gennaio 2011

 
Le nuove norme in arrivo per l’accesso dei veicoli merci nella Cerchia dei Bastioni di Milano sono l’occasione per un bilancio sull’efficacia delle misure adottate.

Traffico e inquinamento: uno dei problemi più annosi per una realtà come Milano. Uno dei più discussi. Sicuramente, uno di quelli di quelli che faranno discutere ancora a lungo.

Anche perché ci sono novità in vista.

Il 31 gennaio entreranno in vigore le nuove regole sul trasporto merci dentro la Cerchia dei Bastioni: i veicoli a benzina euro 2 e quelli diesel euro 2 e 3 non potranno più circolare dalle 7:30 alle 19:30, mentre gli euro 1 avranno divieto di accesso per tutta la giornata; resta salva, invece, la possibilità di chiedere una deroga per i veicoli che svolgono attività particolari o trasportano determinate categorie di prodotti.

Ma siamo sicuri che questa sia la strada giusta per combattere l’inquinamento?

La ZTL Merci (Zona a Traffico Limitato) è entrata in vigore il 22 marzo: obiettivo, promuovere ulteriormente il rinnovamento del parco mezzi circolante e ridurre l’inquinamento atmosferico.

Eppure, sono proprio i dati Ecopass relativi al 2010 e le notizie che in questi giorni leggiamo sui quotidiani rispetto al superamento delle soglie massime di concentrazione del PM10 a evidenziare come il provvedimento stia perdendo efficacia, sia nella riduzione del numero dei veicoli che nella lotta alle polveri sottili.

E, anche se i dati lasciano intravvedere qualche margine per ridurre il traffico privato, è difficile pensare di comprimere ancora il traffico merci, vitale per l’approvvigionamento e il funzionamento della città. Introdurre altri limiti creerebbe disagi agli operatori, ma anche ai cittadini.

È sempre più evidente, quindi, che non esiste ‘la’ soluzione al problema: l’unica via efficace per ridurre il traffico e la congestione è puntare su politiche integrate di mobilità.

Che, tradotto in termini di trasporto persone, significa i servizi pubblici, estendere bike sharing e car sharing a tutta la città e aumentare i parcheggi d’interscambio in tutta l’area metropolitana.

In termini di trasporto merci, invece, non si possono più rinviare la sperimentazione della city logistic – con la realizzazione di piattaforme logistiche urbane allacciate alla rete ferroviaria – e l’aumento delle piazzole per il carico e scarico merci, utili anche per diminuire le soste in doppia fila.

Approfondimenti:
- Milano trasporto merci – Nuove regole Cerchia dei Bastioni
- Sito del Comune di Milano – Sezione ZTL Merci

Condividi l'articolo
  • Facebook
  • Twitter

Territorio - ultime notizie pubblicate:
Tributi locali, l’associazione aiuta le imprese a districarsi
Via Stephenson: confronto aperto su cantieri e mobilità
Assemblee delle Zone 2014: alla scoperta di Expo e delle sue opportunità
Infrastrutture e mobilità: le aspettative e le proposte delle imprese
Milano, la smart city pensata dalle imprese
HOME PAGE | TerritorioTorna su