Mobility Conference 2011: insieme per muovere l’Italia

venerdì, 21 gennaio 2011

 

Il 7 e l’8 febbraio si terrà la nona edizione della Mobility Conference, organizzata da Assolombarda in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano.


Arriveranno da ogni angolo d’Italia per discutere dei freni allo sviluppo delle infrastrutture e della mobilità: esperti, accademici, imprenditori e rappresentanti delle istituzioni.

Da nove anni, infatti, la MCE organizzata da Assolombarda in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano è un’occasione d’incontro per esaminare i problemi che impediscono, sul fronte infrastrutturale, la crescita del Paese. E, soprattutto, per proporre soluzioni innovative e praticabili.

Novità del 2011, un affondo sull’energia, per definire un orizzonte strategico chiaro nei confronti delle politiche nazionali e permettere a imprese e operatori di investire in un sistema energetico sicuro, competitivo e sostenibile.

Mobilità, competitività, energia: i fili conduttori della MCE 2011
I sei appuntamenti previsti dalla ‘due giorni’ affronteranno altrettanti temi chiave per rilanciare l’economia e il sistema produttivo italiano.

Il 7 febbraio, nel convegno di apertura, Alberto Meomartini, presidente di Assolombarda, e Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano, lanceranno il confronto sulle reti e infrastrutture di cui il Paese ha bisogno, oltre che sui rischi che corre nel ritardare il loro potenziamento. E dovrebbe essere il ministro delle infrastrutture, Altero Matteoli, a tirare le conclusioni su questo tema.

Nel pomeriggio, a fare il punto sugli strumenti e le modalità per finanziare le infrastrutture, superando i vincoli degli stanziamenti pubblici, invece, Assolombarda e Camera di Commercio hanno invitato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

In parallelo, l’Associazione di via Pantano ospiterà anche altri due convegni. Al centro dei lavori, rispettivamente, la mobilità sostenibile, per valutare le possibili soluzioni con cui le imprese possono dotarsi di trasporti ‘puliti’, e lo sviluppo della logistica e dell’intermodalità merci in Lombardia, per avanzare proposte che possano dare un impulso forte a un settore così strategico per la crescita della competitività.

L’8 febbraio, al convegno sulle politiche e azioni per dare energia al Paese, gli ospiti d’onore saranno Paolo Romani, ministro dello sviluppo economico, e la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. Al centro delle riflessioni – che vedranno confrontarsi alcuni importanti protagonisti dello scenario energetico – la necessità, per il sistema industriale, di poter contare su una politica energetica chiara e definita.

La Mobility Conference verrà chiusa dal convegno sul governo del territorio e le infrastrutture per la Milano del futuro. Al sindaco Letizia Moratti e al presidente della provincia Guido Podestà il compito di illustrare gli scenari e i piani di attuazione per lo sviluppo infrastrutturale della città e del territorio.

Durante la MCE verranno anche presentati i risultati del Rapporto 2010 dell’Osservatorio Territoriale Infrastrutture – OTI NordOvest (www.otinordovest.it).

Consulta il programma

Condividi l'articolo
  • Facebook
  • Twitter

Economia - ultime notizie pubblicate:
Milano, Lombardia, Italia: come è partito il 2014
Manifatturiero, fiducia alta anche se in lieve flessione
Manifatturiero, fabbrica di crescita e innovazione
Israele, nuova potenza energetica in Medioriente
Africa subsahariana tra opportunità e fragilità
HOME PAGE | EconomiaTorna su