Milano: soddisfazione degli imprenditori per l’adozione del PGT

mercoledì, 14 luglio 2010

“Soddisfazione degli imprenditori milanesi per l’adozione del Piano di Governo del Territorio da parte del Comune di Milano”, ha dichiarato il Presidente di Assolombarda, Alberto Meomartini, specificando che “si tratta di un importante atto politico e amministrativo, il primo piano urbanistico e territoriale di Milano dopo trent’anni, che ha l’ambizione di delineare il profilo economico, produttivo, sociale e territoriale dell’area metropolitana con un orizzonte ventennale”.

Milano, infatti, avrà il suo nuovo Piano di Governo del Territorio: dopo 7 mesi di vivace dibattito pubblico, 55 animate sedute del Consiglio Comunale e 1.419 emendamenti, all’alba di mercoledì 14 luglio il PGT è stato adottato con 28 voti favorevoli e 20 voti contrari.

I temi che caratterizzano il nuovo Piano sono numerosi, e vanno da un incremento notevole del verde pubblico alla realizzazione di 30.000 nuovi alloggi di housing sociale, dall’istituzione di un’autorità pubblica di controllo e regolazione dei diritti edificatori a un potenziamento consistente delle infrastrutture del trasporto pubblico, da un aumento dei servizi al cittadino e alle imprese, alla previsione di un indice premiale per le attività produttive che resteranno a Milano.

 “Libertà, equità, semplificazione e sussidiarietà: queste sono le parole chiave del Piano” ha affermato l’Assessore allo Sviluppo del Territorio, Carlo Masseroli, presentandolo all’opinione pubblica. “Milano è oggi laboratorio nazionale dell’innovazione urbanistica”.

 A più di trent’anni dalla Variante Generale al Piano Regolatore, quello avvenuto ieri è il primo passaggio formale verso l’approvazione del nuovo strumento urbanistico generale. Da allora, la città ha vissuto cambiamenti significativi e si sentiva da tempo il bisogno di un nuovo quadro di obiettivi e regole, certe ma flessibili. Per questo motivo, Assolombarda aveva manifestato in più occasioni la propria richiesta di arrivare in tempi brevi all’approvazione. E oggi “l’Associazione, che ha dato un contributo di idee all’elaborazione del Piano”, ha affermato il Presidente Meomartini, “auspica che la sua implementazione veda la più ampia partecipazione di tutte le forze economiche e sociali della comunità”.

 Il prossimo appuntamento col PGT sarà all’inizio di settembre, con la consegna dei documenti alla città e l’avvio della raccolta di osservazioni e integrazioni da parte di tutti i soggetti interessati. L’intenzione dell’Amministrazione è concludere il percorso con l’approvazione definitiva del Piano entro marzo 2011.

Condividi l'articolo
  • Facebook
  • Twitter

Territorio - ultime notizie pubblicate:
Assemblee di zona: l’Expo arriva sul territorio
Tributi locali, l’associazione aiuta le imprese a districarsi
Via Stephenson: confronto aperto su cantieri e mobilità
Assemblee delle Zone 2014: alla scoperta di Expo e delle sue opportunità
Infrastrutture e mobilità: le aspettative e le proposte delle imprese
HOME PAGE | TerritorioTorna su